Per parametri

 

Disegna su mappa

Torta di riso: la ricetta originale bolognese perfetta per Pasqua

Ci eravamo stufati di scrivere di Covid

Inserito il 29/03/2021

La torta di riso, un dolce tipico che la tradizione emiliana e bolognese associa anche alla Pasqua. Una torta senza lievito e farina, semplice e genuina, fatta con riso e latte e dall’intenso profumo di vaniglia. In una parola: buonissima! Se siete alla ricerca di un dolce per il pranzo di Pasqua e anche di uno svago, procurativi terrina, frusta e accendete il forno!
 

La ricetta originale della torta di riso

Della torta di riso esistono tante versioni ma quella che proponiamo qui, a t al dégg, è la ricetta originale della tradizione bolognese: risultato straurdinèri!

La torta di riso è semplicissima da fare e il segreto per averne una cremosa o morbida sta nella cottura del riso nel latte e vaniglia. La cottura deve essere lenta per permettere ai chicchi di riso di scomporsi e trasformarsi in crema. Quando la crema di riso è fredda va aggiunta alla montata di uova con lo zucchero e gli aromi, et voilà, l’impasto è pronto per andare in formo. Potrete personalizzare la torta di riso con l’aggiunta di pinoli, canditi o cioccolato oppure giocare sulla scelta del liquore, ingrediente essenziale per dare al dolce un buon profumo.

La torta di riso è un tipico dolce primaverile e pasquale, ideale come dessert a fine pasto, fresco e delicato. Questo non è certo l’anno migliore ma dal momento che una delle sue principali caratteristiche è che più passa il tempo e più diventa buona, è ideale da trasportare anche in gite e scampagnate. Un altro pregio, essendo un dolce senza glutine, è quello di essere adatto anche ai celiaci.
 

Le origini della torta di riso

La torta di riso è un dolce dalle antichissime origini. A Bologna veniva preparato già intorno al 1400 in occasione della festività religiosa del Corpus Domini, verso fine maggio. In questa ricorrenza le finestre e i balconi venivano addobbati con coloratissimi drappi e la torta di riso veniva offerta a parenti e amici tagliata in rombi: ecco perché il dolce è conosciuto anche con il nome di Torta degli addobbi.
 

La ricetta della torta di riso

Tempo di preparazione: 20 minuti circa
Cottura: 50 minuti a 180°C
Difficoltà: facile

INGREDIENTI
per uno stampo apribile da 24-26 cm

  • 850 ml di latte intero
  • 200 gr di riso (meglio se Vialone nano ma vanno bene anche le varietà Roma o Arborio)
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di mandorle da polverizzare o farina di mandorle
  • 3 uova
  • la buccia grattugiata di 1 limone non trattato
  • vaniglia (1 cucchiaio di estratto oppure 1 bustina o i semi di 1 baccello)
  • 1 tazzina da caffè di liquore (mandorla amara, amaretto, rum, Gran Marnier, … potete spaziare con la fantasia o con quello che offre la vostra credenza)
  • se vi piace l’idea 50 gr di cedro candito o uvetta
  • zucchero a velo per guarnire la torta

Per ottenere una torta di riso analcolica è possibile sostituire il liquore con la stessa quantità di succo d’arancia. La torta perderà il suo tipico profumo ma farà felici anche i bambini.

PROCEDIMENTO

  1. Per prima cosa scaldate il latte in una pentola capiente, possibilmente antiaderente o con un fondo che eviti che il contenuto si bruci o attacchi, aggiungendo anche la vaniglia e metà dello zucchero.
  2. Quando il latte bolle aggiungete il riso. A questo punto abbassate la fiamma e lasciate sobbollire a fiamma bassa per circa un’oretta, dando una girata di tanto in tanto, fino a quando il riso non avrà assorbito tutto il latte e si sarà sfaldato trasformandosi in una crema delicata.
  3. Assorbito il latte e raggiunta la consistenza di una crema leggera lasciate che si raffreddi dando una girata ogni tanto.
  4. Quando la crema di riso e latte è fresca, montate le uova intere con l’altra metà dello zucchero, la buccia grattugiata del limone e infine amalgamate anche la crema di riso, utilizzando il mestolo dal basso verso l’alto.
  5. Aggiungete anche le mandorle polverizzate e la tazzina di liquore incorporando sempre dal basso verso l’alto.
  6. Versate il composto in una teglia precedentemente imburrata e infarinata, o cosparsa di pan grattato.
  7. Infornate nel forno preriscaldato a 180° e lasciate cuocere per circa 50 minuti, fino a duratura. Consigliamo di posizionare lo stampo nella parte media del forno, a circa metà altezza della camera di cottura. La Torta di riso sarà cotta quando risulterà umida alla prova stecchino ma non liquida.
  8. Lasciate che la torta di raffreddi per bene, anche all’interno, quindi cospargete con lo zucchero a velo e tagliatela come più vi piace. Per i fan della tradizione il taglio perfetto è quello a losanghe.

C’era ancora una cosa… ah sì! Buon appetito!
 

Ammesso che ne avanzi, la torta di riso si conserva bene per 3-4 giorni a anche fuori frigo e, se fa caldo, è buonissima anche mangiata fredda. E sempre ammesso che riusciate a resistere, più passa il tempo e più è buona.