Per parametri

 

Disegna su mappa

Come compilare l'autocertificazione per le visite immobiliari

Autodichiarazione, visite immobiliari e zona rossa

Inserito il 12/03/2021

Compilare l'autocertificazione per le visite immobiliari non è difficile, basta osservare qualche semplice regola. Le visite immobiliari sono tra le attività consentite e le agenzie immobiliari sono aperte quindi a qualcuno sarà certamente capitato, o capiterà, di imbattersi in qualche controllo durante lo spostamento per raggiungere un immobile da visitare in zona rossa o arancione.

Vediamo come compilare l'autodichiarazione per le visite agli immobili da acquistare o da prendere in affitto.
 

L'autocertificazione per le visite immobiliari: come compilarla

Nel modulo di autodichiarazione per le visite immobiliari è importante specificare la ragione dello spostamento, perché è proprio la motivazione a determinarne la legittimità. Le visite immobiliari ricadono tra le attività consentite dalle normative attualmente in vigore, quindi è possibile spostarsi per raggiungere un immobile da acquistare o prendere in affitto. Nell'autocertificazione andrà spuntata la terza casella "altri motivi ammessi dalle vigenti normative..."

Come consigliato da FIAIP - Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, è bene indicare espressamente quale motivo che determina lo spostamento “sopralluogo immobile per locazione/valutazione/vendita tramite servizio di agenzia immobiliare quale attività consentita”.

In caso di controlli da parte delle forze dell'ordine FIAIP consiglia anche di allegare all'autocertificazione per la visita immobiliare il messaggio di convocazione/conferma dell'agenzia con indicati giorno, ora e luogo dell'appuntamento.
 

La compilazione dell'autodichiarazione step by step

Ricapitolando, l'autodichiarazione per le visite immobiliari va compilata:

  1. inserendo i propri dati anagrafici
  2. spuntando la terza casella "altri motivi ammessi dalle vigenti normative..."
  3. specificando che lo spostamento è dovuto ad un sopralluogo ad un immobile tramite agenzia immobiliare e che l'attività è tra quelle consentite

Un’idea per evitare sprechi e stampe inutili è quello di salvare il link di questa news in modo da averla a portata di mano se davvero dovesse presentarsi la necessità di compilare l’autodichiarazione. Non è meglio portare con sé un’autodichiarazione in bianco, magari con la sola indicazione dei propri dati personali, piuttosto che stamparne e compilarne una nuova per ogni spostamento, con la probabilità di rientrare a casa senza averla utilizzata?
 

Le visite immobiliari in zona rossa

Le visite immobiliari in zona rossa sono quindi consentite. La possibilità di visitare un immobile in zona rossa è chiarito da una FAQ del Governo che recita “È permesso effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o locare.” La FAQ precisa inoltre che per visitare un immobile in zona rossa è possibile anche spostarsi dal proprio comune. Attenzione però, in nessun punto si fa riferimento ai confini regionali. Per lo spostamento da una regione all’altra valgono sempre le regole individuate dalle misure restrittive per il contenimento del contagio da COVID-19, in primis quella della comprovata esigenza. Facciamo un esempio: l’esigenza di chi deve immanentemente trasferirsi per lavoro in una città fuori regione non è quella di chi vuole visitare una casa da prendere in affitto per i mesi estivi.
 

Nota importante

Questa news è aggiornata in base al decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30 e al dpcm 2 marzo 2021.

Visti i continui aggiornamenti delle misure restrittive per il contenimento del contagio da COVID-19 è sempre consigliabile verificare personalmente quanto indicato alla pagina delle FAQ del Governo e controllare che il modello di autodichiarazione di cui si è forniti sia quello più recente.