Per parametri

 

Disegna su mappa

La cancellazione IMU per dicembre 2020

Chi ha diritto alla cancellazione della seconda rata IMU?

Inserito il 05/11/2020

La cancellazione dell’Imu per il mese di dicembre è ufficiale. Ma chi è ad avere diritto alla cancellazione della seconda rata IMU e quali sono le regole del ”Decreto Ristori”? Ecco quello che c’è da sapere.

La cancellazione della seconda rata IMU 2020 è una delle misure maggiormente apprezzate tra quelle adottate a sostegno delle attività colpite dalle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19. Il D.L. n. 137/2020 alias “Decreto Ristori”, tra i sostegni per lavoratori e imprese, ha infatti introdotto la cancellazione del saldo IMU in scadenza il prossimo 16 dicembre 2020. Ma chi può beneficiare della cancellazione IMU per dicembre 2020? Affrontiamo la questione per punti.
 

Chi ha diritto alla cancellazione IMU per dicembre 2020?

A chi spetta l’esenzione IMU? A tutti i proprietari di immobili e pertinenze in cui gli stessi svolgono le attività individuate all’allegato 1 del D.L. n. 137/2020. I proprietari degli immobili che sono anche i gestori delle attività non sono quindi tenuti a versare il saldo IMU dovuto entro dicembre 2020. Ecco alcune delle attività che danno diritto all’esonero IMU:

  • ristoranti bar, gelaterie e pasticcerie
  • alberghi, b&b, affittacamere, ostelli e rifugi
  • palestre, impianti e club sportivi
  • discoteche e sale giochi
  • centri benessere

La misura non è quindi generalizzata ma è rivolta alle attività maggiormente colpite dalla stretta per far fronte all’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Prima di dimenticarsi la seconda rata è comunque bene verificare di rientrare effettivamente tra le categorie esonerate, consultando l’allegato 1 del D.L. 137/2020 e confrontandosi con un professionista che possa confermarlo.