Per parametri

 

Disegna su mappa

Casa fresca senza aria condizionata

Guida alla sopravvivenza senza condizionatore

Inserito il 09/07/2019

Esistono soluzioni alternative all’aria condizionata? Ebbene sì, e permettano di affrontare il caldo torrido dell’estate. Il condizionatore quindi non è l’unica soluzione e ci sono alternative naturali ed economiche all’aria condizionata, con un minore impatto ambientale e meno dannose per la nostra salute, perché è importante ricordare, anche se forse non serve perché è nell’esperienza di tutti, che il getto d’aria fredda causa spesso malanni, tra cui dolori cervicali, sinusiti e raffreddori degni di un rigido inverno.
 

Difendersi dalla luce

Schermare la luce solare è fondamentale. Quando il termometro sale e fuori fa molto caldo, è bene che i raggi del sole non entrino in casa. Per evitare l’effetto serra è quindi necessario tenere imposte accostate e tapparelle abbassate, almeno durante le ore in cui il sole batte direttamente sulle finestre. Al contrario invece, se durante la notte la temperatura scende è bene lasciarle aperte e fare circolare aria fresca. Quando il sole tramonta e le temperature si abbassano è consigliato spalancare anche le porte interne, comprese le ante degli armadi perché al loro interno tende ad immagazzinarsi calore.

Anche le lampadine a incandescenza producono molto calore e che anche gli elettrodomestici e i dispositivi elettronici aumentano la temperatura se lasciati in stand by. Le luci vanno quindi lasciate spente o comunque spente negli ambienti in cui non sono necessarie e nel momento dell’acquisto è meglio preferire lampadine a fluorescenza o a LED perché generano meno calore.
 

Usare bene il ventilatore

Il ventilatore rappresenta una soluzione molto meno impattante rispetto ai condizionatori, sia sull’ambiente sia in bolletta. Si può usare il ventilatore durante la permanenza in una stanza molto calda, ma deve essere spento una volta fuori perché comunque non serve a raffrescare l’aria a meno che non si ricorra a un piccolo ma efficacissimo trucco: indirizzare il ventilatore su una tinozza contenente acqua fredda o cubetti di ghiaccio! Provare per credere e sentire una bella arietta fresca!

Il ventilatore si può usare anche per richiamare aria fresca dalle finestre aperte o per spingere all’esterno l’aria calda interna: sarà sufficiente posizionarlo davanti alla finestra stessa rivolto verso l’interno della stanza oppure verso l’esterno. E se avete delle pale da soffitto ricordate di impostarle in modo che le pale ruotino in senso antiorario, in modo che l’aria calda venga richiamata verso l’alto regalando una sensazione di maggiore benessere.

La coibentazione

La coibentazione è una bella mossa, soprattutto se non siete tipi da sistemi caserecci o non trovate sufficienti le semplici accortezze ma volete comunque evitare l’aria condizionata. Ricordiamo che vanno isolate tutte le superfici esterne dell’immobile, tetto incluso se siete all’ultimo piano, e che un buon isolamento termico prevede anche la chiusura delle condotte di aerazione superflue, specialmente quelle che sboccano su pareti illuminate direttamente dal sole.

Isolare casa, oltre che aumentarne il valore, sarà senz'altro una soluzione che vi permetterà di abbassare di qualche grado la temperatura e che vi sarà utile anche nella stagione invernale per avere un bel calduccio, anche se adesso il binomio caldo-casa è solo per coraggiosi!