Per parametri

 

Disegna su mappa

Vendere casa velocemente e bene

Dal riordino all'home staging

Inserito il 09/04/2019

Quando si decide di mettere in vendita una casa spesso ci si chiede quali saranno i tempi di vendita e a che prezzo si riuscirà a chiudere la trattativa. Quello che in pochi sanno e che esistono delle strategie per vendere velocemente e bene casa e che alcune di queste mosse sono realizzabili in totale autonomia.

L’obiettivo di queste strategie è quello di permettere ai potenziali acquirenti di sentirsi a casa, cioè di proiettarsi negli spazi che visiteranno e di coglierne le potenzialità. Una casa piena zeppa di mobili e oggetti, magari con un carattere forte ma legato al gusto personale, innesca un "effetto non mi piace”. Oppure, una casa desolatamente vuota, per gli occhi di un visitatore con poca fantasia, è poco significativa perché non gli offre nessuna prospettiva in termini di utilizzo degli spazi e quindi di vivibilità.
 

Riordinare, fare spazio ed eliminare il superfluo

Nella maggior parte dei casi l’immobile che viene messo in vendita è una casa non di nuova costruzione e che quindi, il più delle volte, ha finiture dai gusti non attuali ed è piena (a volte anche zeppa) degli oggetti e dei mobili di una vita. L’effetto “casa stipata” è da evitare perché non solo aggredisce il visitatore ma anche perché, spesso, trasforma qualsiasi casa (anche quelle ariose) in un ambiente asfittico, senza aria e luce. E poi mobili e complementi d’arredo, specialmente se datati, difficilmente potranno interessare agli acquirenti e, anche se lasciati in casa durante il periodo delle visite all’appartamento, andranno comunque traslocati al perfezionamento della vendita. Perché non farlo subito? Liberare la casa dal superfluo avvantaggia sia il venditore sia l’acquirente.
 

Tinteggiare e pulire

Un’altra mossa chiave è quella della tinteggiatura e della pulizia. In questo modo non si rinfrescano soltanto le pareti ma tutta la casa. Un appartamento ritinteggiato e pulito, soprattutto se in precedenza abitato, acquista luce, freschezza e si presenta molto meglio. Questo lo sappiamo tutti per esperienza. Allora perché non farlo? Una semplice mano di bianco toglie anche gli aloni di quadri e mobili e crea una tela bianca sulla quale poter idealmente “dipingere” la propria casa, percepire efficacemente ogni spazio e fare proprio l’ambiente.
 

Affidarsi all'home staging

L’home staging ha come obiettivo quello di rendere più attraente un immobile per facilitarne una vendita rapida ed economicamente soddisfacente. È una vera e propria tecnica di marketing immobiliare che punta alla valorizzazione degli aspetti forti di ogni immobile e che si basa sulla comune esperienza che “vedere è più facile che immaginare”.

Un home stager è un professionista in grado di allestire e valorizzare la casa e, in questo modo, facilitare il potenziale acquirente ad apprezzarne le qualità. L’home stager ha competenze di arredamento d’interni, di decorazione, di fotografia e di marketing immobiliare. Non ristruttura la case e non la arreda in maniera definitiva ma mette in scena l’abitazione per mostrarla nella sua veste migliore a un target ben definito di clienti.

Cambiare la disposizione dei mobili, dare un tocco del giusto colore, scegliere i complementi d’arredo più adatti e curare l'illuminazione. Per cambiare volto a una casa e far innamorare il compratore bastano pochi interventi e un servizio fotografico realizzato ad arte. Le foto sono fondamentali perché sono il biglietto da visita di una casa che, prima di tutto, verrà vista sul web tra mille annunci a portata di click. Le foto sono l’unico elemento in grado di catalizzare l’attenzione degli utenti del web e, spesso, se non sono accattivanti respingono l’attenzione del potenziale compratore deviandolo su altri annunci. Una presentazione degli ambienti studiata ad hoc invoglia l’acquirente sia al primo contatto per la richiesta di informazioni sia alla visita dell’immobile che è il passo fondamentale per l’acquisto.

Ma quali sono i risultati dell’home staging? Vendere la casa più velocemente. Da un confronto dei tempi di vendita dichiarati dagli associati a Home Staging Lovers (58 giorni) emerge una riduzione di oltre il 70% rispetto ai tempi “no home staging” (7,1 mesi) emersi dal sondaggio congiunturale pubblicato da Bankitalia e Tecnoborsa).
 

In sintesi: fare qualcosa

Partiamo dal presupposto che non tutti i venditori possano o vogliano ricorrere all’home staging ma anche dal fatto che una casa, se vissuta, non può essere proposta così com’è al potenziale acquirente. Qualcosa va fatto: traslochiamo i mobili, ritinteggiamo e puliamo. In altre parole facciamo tutto il possibile per accorciare i tempi e realizzare una buona vendita.