Studio Giannerini | Intermediazioni Immobiliari

CANONE RAI E STUDENTI UNIVERSITARI FUORI SEDE: CHI PAGA?

 

INDICE

 

1. Regolamentazione del canone rai per nuclei familiari;

 

2. Esenzione del canone rai per studenti universitari;

 

3. Come confermare l'esenzione del canone Rai;

 

4. Validità e rinnovo dell'esenzione;

 

5. Conclusioni;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se tuo figlio è ancora parte del tuo nucleo familiare registrato all'anagrafe del Comune di residenza,

 

ma studia in un'altra città e ha intestato a sé il contratto di fornitura della luce per l'appartamento in affitto,

 

potresti chiederti come gestire il pagamento del Canone TV. Il Canone Rai deve essere pagato dallo studente universitario?

 

Facciamo chiarezza su questo punto.

 

 

 

 

 

 

REGOLAMENTAZIONE DEL CANONE RAI PER NUCLEI FAMILIARI
Prima di tutto, è importante sapere che, se nella tua residenza il Canone Rai viene già pagato da una persona

 

(l'intestatario dell'utenza della luce dell'abitazione familiare), non ci sono ulteriori obblighi di pagamento per il figlio,

 

anche se vive altrove. Secondo l'Agenzia delle Entrate, il Canone Rai è dovuto una sola volta per tutti i dispositivi posseduti dai membri

 

dello stesso nucleo familiare, indipendentemente da quante abitazioni siano dotate di apparecchi televisivi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ESENZIONE DEL CANONE RAI PER STUDENTI UNIVERSITARI

 

Questo significa che, anche se tuo figlio o tua figlia vive in un'altra città per motivi di studio, il pagamento del Canone

 

effettuato a casa copre anche lui/lei. Tuttavia, essendo lo studente intestatario del contratto della luce nel proprio appartamento in affitto,

 

per non pagare il Canone Rai dovrà compilare una dichiarazione sostitutiva.

 

 

 

 

 

COME CONFERMARE L'ESENZIONE DEL CANONE RAI

 

Lo studente dovrà compilare il documento chiamato "dichiarazione di presenza di altra utenza elettrica per l'addebito

 

Quadro B", disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate nella sezione dedicata al Canone Rai.

 

In questa dichiarazione, lo studente fuori sede dovrà indicare il codice fiscale del genitore che già paga il canone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VALIDITÀ E RINNOVO DELL'ESENZIONE

 

L'esenzione ottenuta con questa dichiarazione vale per un solo anno o per un semestre, a seconda che la dichiarazione

 

venga presentata entro il 30 giugno (in tal caso vale per tutto l'anno) o a partire dal 1° luglio (in tal caso scade il 31 dicembre).

 

È necessario rinnovare questa dichiarazione ogni anno per mantenere l'esenzione dal pagamento del

 

Canone Rai per l'appartamento in affitto del figlio studente universitario.

 

 

 

 

 

CONCLUSIONI

 

In sintesi, se il Canone Rai è già pagato nella residenza principale del nucleo familiare, i membri che vivono altrove per studio

 

o lavoro e che mantengono la residenza anagrafica nella casa familiare non sono tenuti a pagare un ulteriore canone,

 

a condizione di presentare la dichiarazione appropriata per confermare tale situazione.

 

Seguendo questi passaggi, potrai garantire che tuo figlio non debba sostenere il costo aggiuntivo del Canone TV mentre studia fuori sede.

 

 

 

 

 

  399 visualizzazioni
Whatsapp