Studio Giannerini | Intermediazioni Immobiliari

Canone concordato 2024: nuovo accordo per la Città Metropolitana di Bologna

La Città Metropolitana di Bologna ha siglanto un nuovo accordo territoriale destinato a delineare le regole e i parametri che influenzeranno i contratti

 

di locazione immobiliare nel territorio. Questo accordo sarà valido dal 1° aprile 2024 al 31 marzo 2027, si prefigge di introdurre piccole

 

modifiche rispetto al precedente, con l'obiettivo di garantire equità e trasparenza nel settore immobiliare. Il nuovo accordo territoriale per i contratti

 

concordati è stato protocollato (n° 20926) ed'è visionabile sul sito della Città metropolitana di Bologna.

 

 

Il metodo di calcolo del canone di locazione sarà determinato moltiplicando i valori espressi in €/mq/anno per la superficie dell'unità immobiliare,

 

considerando diversi parametri.

 


Parametri di Valutazione degli Immobili

 

L'accordo suddivide i Comuni del territorio metropolitano bolognese in 3 aree , ognuna delle quali presenta caratteristiche specifiche.

 

Queste includono il Comune di Bologna, diviso in tre zone (ZONA DI PREGIO, ZONA A, ZONA B), oltre ai Comuni ad alta e bassa tensione abitativa,

 

e i Comuni del Nuovo Circondario Imolese.

 

 

 - ZONA DI PREGIO compresa tra il confine meridionale del territorio comunale e le seguenti vie:

 

   Via Don Sturzo, Via Porrettana, Via De Coubertin, Via Andrea Costa (fino all'incrocio con Via Della Certosa), Viale Pepoli, Via Saragozza,

 

   Via Collegio di Spagna, Via Barberia, Piazza Malpighi, San Felice, Via Riva di Reno, Via dei Falegnami, Via A. Righi, Via Delle Moline, Via De' Castagnoli,

 

   Largo Respighi, Via Petroni, Piazza Aldrovandi, Strada Maggiore, Via Mazzini, Viale Oriani, Via Murri, Via Varthema, Via Molinelli, Via Siepelunga;

 

 

- ZONA A compresa tra il confine delle zone di pregio, il confine del territorio comunale e le seguenti vie:

 

  Canale Reno, Via Della Certosa, Viale Ghandi, Viale Pertini, Via Emilia Ponente, Via Saffi, Viale Silvani, Via Berti, Via Casarini, Via Parmeggiani,

 

 Viale Pietramellara, Viale Masini, Viale Berti Pichat, Via Ranzani, Via Berlinguer, Ferrovia FER (ex Veneta), Stazione Rimesse, Ferrovia FS (per

 

 Firenze, Roma);

 

- ZONA B compresa tra la zona A e il confine del territorio comunale;

 

 

 

Principali Disposizioni dell'Accordo

 

L'accordo prevede una serie di disposizioni fondamentali:

 

- Equità Fiscale: le parti concordano sull'importanza delle agevolazioni fiscali e si impegnano a conformarsi agli standard dell'accordo.

 

- Commissione di Conciliazione: si istituisce una Commissione per risolvere eventuali dispute.

 

- Trasparenza e Buona Fede: le parti devono agire in modo trasparente e in buona fede nei rapporti contrattuali.

 

- Adesioni: altre organizzazioni e istituzioni sono incoraggiate ad aderire all'accordo.

 

- Durata ed Efficacia: l'accordo ha validità fino al 31 marzo 2027 e può essere soggetto a revisione in determinate circostanze.

 

- Norma Antidiscriminazione: si impegna a non discriminare per motivi razziali, religiosi o altri motivi.

 

 

 

 

Parametri di Valutazione

 

Ecco tutti i parametri da tenere in considerazione:

 

 - Tipologia A/1-A/2-A/3-A/7-A/8-A/9 - desunta dalla certificazione catastale;

 

 - Autorimessa singola - intendendosi un ricovero per autovetture, accessibile e fruibile, dotato di allacciamento alla rete elettrica e

 

  locato unitamente all'abitazione;

 

 - Posto auto esclusivo anche scoperto purché regolarmente accatastato - locato unitamente all'abitazione, accessibile e fruibile;

 

 - Accesso all'immobile fino al 1° piano o, se superiori, con ascensore - il parametro non viene riconosciuto al piano seminterrato,

 

   salvo che non sia dotato di area collegata esclusiva;

 

 - Presenza di riscaldamento autonomo o di un sistema di contabilizzazione delle calorie se l'impianto è centralizzato o riscaldamento

 

   a pavimento o a parete - il parametro può essere riconosciuto in caso di riscaldamento autonomo soltanto qualora il riscaldamento

 

   sia sull'intera porzione abitativa, ed a norma, con la dichiarazione in contratto della sussistenza di certificazione o rispondenza ed a condizione

 

   della consegna del libretto di manutenzione. In caso di nuovo impianto i relativi documenti saranno consegnati dopo il collaudo;

 

 - Porta blindata o sistema di allarme o cancello;

 

 - Doppi vetri - per il riconoscimento del parametro i doppi vetri devono essere presenti su almeno l'80% degli infissi dell'alloggio;

 

 - Condizionamento - il parametro viene riconosciuto in presenza di un impianto indicato in contratto, del quale fruiscono almeno il 50% dei vani utili,

 

   e non può essere riconosciuto in presenza unicamente di elettrodomestici portatili;

 

 - Area verde condominiale - se composta da superficie prevalentemente erbosa, aiuole escluse, e fruibile da parte del conduttore.

 

   L'elemento sarà riconosciuto con la specifica indicazione delle parti all'interno del contratto;

 

 - Area verde esclusiva - se composta da superficie prevalentemente erbosa, aiuole escluse, e fruibile da parte del conduttore,

 

   l'elemento sarà riconosciuto con la specifica indicazione delle parti all'interno del contratto;

 

 - Doppio servizio - con la previsione che il primo bagno deve essere completo ed il secondo bagno deve essere dotato almeno di WC e lavabo;

 

 - Interventi di risparmio energetico - interventi volti alla riduzione del fabbisogno energetico ed al miglioramento termico dell'edificio

  

    L.296/2006 – da documentare all'atto della stipula del contratto consegnando copia dell'attestato di prestazione energetica che attesti

 

    una classe energetica almeno fino alla "D", con l'obbligo di presentazione dell'attestato di prestazione energetica precedente ai lavori eseguiti;

 

 - Cantina o soffitta - si intende l'uso della cantina o della soffitta pertinenziale e/o accessorio all'unità immobiliare locata;

 

 - Cortile con possibilità di parcheggio - il cortile deve essere quello pertinenziale allo stabile nel quale v'è l'appartamento locato,

 

   deve essere accessibile e il parcheggio cui si fa riferimento si intende per autoveicoli; ove per l'accesso siano necessarie autorizzazioni

 

   o pass, la loro consegna al fine dell'utilizzo è condizione per l'indicazione del parametro; questa maggiorazione si applica anche nei casi in cui

 

   sia prevista la facoltà di parcheggio esclusivo, ma a rotazione fra gli aventi diritto;

 

 - Balcone o terrazza o lastrico solare di pertinenza esclusiva - si intendono come superfici utilizzabili;

 

 - Anno di costruzione dell'alloggio o di recupero edilizio importante, come qualificato dall'art. 3, comma 1, del D.P.R. n. 380/2001, lettere c, d, e,

 

  successivo al 01/01/2013 - obbligo di presentazione della CONCESSIONE EDILIZIA non verranno più accettate CILA e SCILA;

 

 - Impianto fotovoltaico per la produzione energia elettrica o pannelli solari per la produzione di acqua calda;

 

 - (NUOVO PARAMETRO 2024) Barriere architettoniche - il parametro viene riconosciuto, sulla base della dichiarazione delle parti, se nell'appartamento

 

  sono state abbattute le barriere architettoniche comprese quelle nelle parti condominiali;

 

 

Il canone effettivo verrà quindi individuato nell'ambito della:

 

- FASCIA MINIMA quando sono presenti fino a 3 parametri;

 

- FASCIA MEDIA quando sono presenti da 4 a 7 parametri;

 

- FASCIA MASSIMA quando sono presenti oltre 7 parametri;

 

 

 

 

Tutti questi parametri insieme ai metri quadrati utili dell'alloggio, calcolati con diverse percentuali di tolleranza, contribuiranno a valutare gli immobili locati in

 

base alle loro caratteristiche specifiche, aggiungendo o togliendo importi dal canone di locazione. In conclusione, il nuovo accordo territoriale per la

 

Città Metropolitana di Bologna si prefigge di promuovere equità e trasparenza nel settore immobiliare, offrendo linee guida chiare e aggiornate

 

per la determinazione dei canoni di locazione e introducendo nuovi parametri di valutazione degli immobili locati.

 

 

 

 

Di seguito la tabella con i valori suddivisi per zone della Città Metropolitana di Bologna. Il canone in sede di contratto andrà determinato utilizzando

 

i valori della sub-fascia corrispondente alla zona, al numero di vani ed al numero di parametri rilevati nell'unità immobiliare, espressamente

 

indicati nelle tabelle di cui agli allegati:

 

 

 

 

 

 

Il nuovo accordo territoriale per i contratti concordati sarà protocollato dal 1° di Aprile, è possibile avere informazioni sulle principali

 

modifiche rispetto a quello precedente. Tutti i dettagli sono stati pubblicati sul sito del comune della Città Metropolitana di Bologna.

 

 

  943 visualizzazioni
Whatsapp