TROVA IL TUO IMMOBILE

    

 

RicercaImmobili

IMU - comune di Bologna

Inserito il 11/04/2017

Esistono diverse fattispecie di riduzione IMU

Aliquota agevolata al 0,76%  - È stata confermata anche per l'anno 2017 l'aliquota prevista per gli anni scorsi, realtivamente alle unità immobiliari e alle pertinenze interamente locate con contratto a canone concordato. Il soggetto passivo (inquilino) deve però rientrare in determinate categorie: 

  1. persone fisiche che lo utilizzano come abitazione principale (con trasferimento della residenza);
  2. studenti universitari non residenti ma iscritti alla università di Bologna: 
  3. lavoratori non residenti che svolgono la propria attività lavorativa stabilmente a Bologna o comuni limitrofi (confinanti);
  4. parenti del locatore/usufruttuario entro il primo grado anche se studenti o lavoratori fuori sede.

Riduzione di imposta del 25% - Questa riduzione è prevista dalla legge di Stabilità del 2016 e riguarda tutti i contratti a canone concordato compresi i contratti transitori (eslusi quelli per studenti) che non usufruiscono invece dell'agevolazione prevista dai comuni.

Dichiarazioni 

  1. Per i contratti a canone concordato (prima fattispecie) per i quali si gode di entrambe le agevolazioni, il contribuente deve presentare entro il 16 dicembre la dichiarazione IMU predisposta dal comune (quella del comune di Bologna può essere scaricata al seguente link). Questa dichiarazione non va trasmessa se già presentata gli anni passati, cioè nel caso di contratti già in essere per il quale sia già stata inviato tale documento. In questo caso vale anche per la riduzione del 25%.
  2. Nel caso in cui il contribuente abbia invece i requisiti per potere usufruire della riduzione del 25% (ad esempio, come per i contratti transitori non per studenti) va presentata la dichiarazione su modello ministeriale entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello di imposta.